News

Archivio: News


Aggiornamento Eruzione Marzo 2017

News | marzo 19, 2017

Il cratere di Sud-Est dall’inizio della seconda settimana di marzo ha dato origine a delle emissioni più o meno regolari di colonne di ceneri, nella giornata del 15 nella porzione meridionale del cono si apriva una frattura eruttiva che riversava lava  nell’area di Torre del filosofo, la colata avanzava seguendo l’orografia del terreno, il giorno successivo in prossimità del fronte lavico dei turisti rimanevano coinvolti da una esplosione freatica innescata dal seppellimento e rapida vaporizzazione di un grosso accumulo di neve che per fortuna causava solo dei lievi contusi. L’evento eruttivo continua e la colata lavica si effonde all’interno della Valle del Bove.

Dott. Giuseppe Amendolia          Geologo    (Guide Etna Sud)

Ogni riproduzione Totale o Parziale del presente articolo è espressamente vietata.

Etna: esplosione di lava a 2700 metri.

News | marzo 16, 2017
Etna: esplosione di lava a 2700 metri.
Numerosi  feriti.
Nessuno in pericolo di vita.
L’ eruzione prosegue, continui boati e tremore ad alta quota

Attività vulcanica area sommitale

News | dicembre 6, 2015

Nelle prime ore del 6 dicemb. si riattivava il Cratere di Sud-Est con emissioni di colonne di cenere ed in concomitanza una porzione del fianco orientale del cono franava originando dei flussi piroclastici che si riversavano all’interno della Valle del Bove, sin da subito la risalita magmatica dava vita ad una attività stromboliana sostenuta e nella porzione più valliva della frattura fuoriusciva una colata lavica che fluiva  lungo i pendii della Valle del Bove. Sino alle ore 11:00 circa dall’area de cratere del Piano si udivano i boati d’esplosioni della Voragine accompagnati da emissioni di colonne di cenere e poi con il procedere della giornata questa attivita sembrava scemare.

IMG_6524IMG_6541IMG_6517-001IMG_6538

 

Attività parossistica Cratere Centrale (Voragine)

News | dicembre 5, 2015

La Voragine sin dal mese di settembre è stata sede di una moderata attività stromboliana, nel mese di novembre vi è stato un incremento dell’attività esplosiva con ricaduta dei prodotti anche all’esterno del ciglio craterico. Nella giornata del 2 dicembre l’attività esplosiva era molto intensa e nella notte del 4 dicem. intorno alle 3:30 per circa una ora vi è stata una intensa attività parossistica l’asse di dispersione dei prodotti è stato verso i settori orientali e le ceneri sono arrivate sino alla città di Messina e Reggio Calabria, nella mattinata del 4 dicem. intorno alle  ore 10:00 vi è stato un’altro episodio di fontanamento ed altri due ancora in nottata e nel pomeriggio del giorno 5, i venti occidentali hanno sopinto le ceneri verso i quadranti orientali dell’isola. Tra una attività parossistica ed un’altra permane sempre una intensa attività stromboliana, nell’area del Cratere del Piano vi sono grandi crateri d’impatto, il livello del tremore vulcanico rimane alto ed il femomeno è in continua evoluzione.

panorama 1

Attività Parossistica vista da Taormina (Me)

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Escursioni crateri sommitali (3300 m s.l.m.)

News | luglio 12, 2015

Dopo un lungo periodo dove le escursioni nelle aree sommitali erano vietate, il giorno 11-7-2025  finalmente vi è stata una modifica dell’ordinanza prefettizia e si può di nuovo salire accompagnati dalle Guide Alpine e Vulcanologiche nei crateri principali. Ogni gruppo non può superare le 20 unità, l’escursione dura 5-6 ore circa.

 

 

DSCF0314

Attività eruttiva dicembre 2014-gennaio 2015

News | gennaio 9, 2015

Il 28 dicembre dal cratere di Sud-est si originava una attività parossistica con fuoriuscita di due colate laviche, una che si riversava in Valle del Bove mentre l’altra nel versante sud-occidentale del vulcano, dopo 4-5 ore l’evento eruttivo si esauriva. Da un sopralluogo successivo si notavano delle vistose fratture sia nella porzione meridionale che in quella orientale del cono di Sud-Est. Dopo qualche giorno di stasi il magma risaliva all’interno del condotto della Voragine dando vita ad una intensa attività stromboliana con ricaduta dei proietti anche a 400 m di distanza dal punto d’emissione, a tale attività si alternavano periodi dove venivano emesse imponenti colonne di ceneri con un grande carico di frammenti litici, questo stato d’attività persiste tuttora.

IMG_3430 nIMG_3422 nIMG_3408 nIMG_3446 n

Fontane di lava Cratere di Sud-Est

News | ottobre 27, 2013

Nelle prime ore del mattino del 26 ottobre dal sistema craterico di Sud-Est si originavano delle fontane di lava, nella porzione meridionale della sella tra i due coni si individuava una frattura eruttiva che riversava lava nell’area di Torre del Filosofo, le colate si presentavano molto viscose ed i fronti non superavano i i 2850 m di quota. La fase parossistica è durate diverse ore, contemporaneamente il Cratere di Nord-Est emetteva delle imponenti colonne di cenere ed il cratere di Bocca Nuova era sede di una violenta esplosione che innescava un flusso piroclastico che si estingueva prima del punto di flesso della base del cono centrale.

IMG_5538 mIMG_5610 nIMG_5786 nIMG_5898 n

Attività Cratere di Sud-Est

News | aprile 13, 2013

Nel pomeriggio di mercoledì 10 aprile Il sistema craterico di Sud-Est cominciava ad emettere copiose colonne di cenere ad intervalli regolari, il giorno dopo via via che risaliva il magma, questo tipo di fenomenologia evolveva ad attività stromboliana, con il passare delle ore l’attività si intensificava sempre più,ma nella mattinata del venerdì 12 le fluttuazioni della colonna magmatica davano origine a grandi colonne di cenere e dopo qualche ora la risalita violenta del magma innescava delle fontane di lava, nelle fase finale dell’evento parossistico, lungo il fianco orientale del cono, si innescavano dei flussi piroclastici.
IMG_8445 newIMG_8569 newIMG_8828 newIMG_8893 new

fontane di lava dal sistema craterico di Sud-Est

News | aprile 3, 2013

Oggi pomeriggio per circa due ore dalle ore 15:00 alle 17:00 il cratere di Sud-est è stato sede dell’ennesimo evento parossistico, l’asse di dispersione dei prodotti piroclastici è stato verso sud-est in direzione dell’abitato di Zafferana, le colate si sono riversale all’interno della Valle del Bove e dall’interazione della lava con la neve si è originato un piccolo flusso piroclastico
IMG_7980 newIMG_8010 newIMG_8126-001 newIMG_8048 new

News | aprile 3, 2013

Oggi pomeriggio per circa due ore dalle 15:00 alle 17:00, Il sistema craterico di Sud-Est è stato sede di un ennesimo evento parossistico, l’asse di dispersione dei prodotti piroclastici è stato verso sud-est in direzione dell’abitato di Zafferana, le colate si sono riversate all’interno della Valle del Bove dove a causa dell’interazione tra lava e neve si è originato un piccolo flusso piroclastico
IMG_7980 newIMG_8010 newIMG_8126-001 newIMG_8048 new